Pagine

domenica 2 gennaio 2011

Buona settimana (e buon anno nuovo.. ??)

Carissimi, il nuovo anno sarà buono nella misura in cui saremo buoni noi, ovvero cercheremo di porre in essere azioni in grado di conseguire il nostro bene, quello dei nostri cari, quello della società intera.

Altrimenti potrebbe essere pura ipocrisia augurarsi buon anno.

In questa ottica e solo in questa ottica cari auguri di un sereno e felice 2011.

Ci scambiamo gli auguri sul blog?

E, tanto per cominciare, buona settimana!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Buon anno anche a te e speriamo che sia un anno migliore per tutti, specialmente per le cose che contano. Ho visto pochi giorni fa le lacrime strazianti del mio nipotino che ha perso in cin que mesi entrambi i genitori della mamma. Ci sono rimasta solo io, madre del padre, e spero di avere del tempo da dedicargli per colmarlo dell'affetto che gli manca. Perchè la vita è avara con tutti e non so quanti giorni mi mancano alla fine, ma continuerò a sorridere ed andare avanti perchè gli affetti che lascerò siano pieni di gioia.
Auguro tanta gioia a te e a tutti gli amici.
Elvira Falbo

Berardo ha detto...

Grazie Giuseppe, buon anno anche a te!
Ho superato da tempo l'enfasi degli auguri (a volte ho un vero e proprio rigetto) che con tanta superficialità la gente distribuisce a larghe mani di questi tempi! Quanto affermi è proprio vero e sarebbe necessario renderlo atti concreti.
Io penso che ogni anno porta con se un po' di tutto:gioia, dolore, delusioni, successi, imprevisti piacevoli imprevisti spiacevoli,amore, odio, simpatie, antipatie ecc. ecc. La proporzione con le quali tutto queste cose si avvicendano un po' dipende da noi da come ci poniamo di fronte alle diverse situazioni, tantissimo altro altro non dipende da noi! Nelle nostre mani rimane la possibilità di tentare di valorizzare ogni accadimento, e trattarlo come un momento necessario, di crescita. Il segreto sta tutto in questa non semplice disposizione interiore che ci fa pensare che nulla avviene a caso e che tutto in qualche modo può essere ricondotto al positivo.
Quindi penso che la cosa più importante sia appunto aiutarci a fare in modo che appunto nulla ci blocchi, ma tutto ci possa essere utile nella costruzione della nostra vita, da soli non riusciamo, insieme forse è possibile!
Buon anno!

berardo

Giuseppe Sbardella ha detto...

Grazie Elvira, grazie Riccardo, tanti affettuosi auguri anche a te ed ai vostri cari.
Un abbraccio

Giuseppe Sbardella ha detto...

Berardo, non Riccardo, che siano ancora i fumi dell'alcool del 31 dicembre?
Ovviamente sto scherzando.

sandro ha detto...

Ieri ho ricevuto da un amico un sms scherzoso di auguri che faceva così: "a tutti quelli che l'anno scorso mi hanno augurato un anno pieno di felicità, pace, salute, etc. etc. dico: non è servito a niente!! quindi, per il 2011, vi chiedo di inviarmi cose concrete come soldi, regali, generi alimentari, buoni benzina, etc.." nella sua scherzosità un fondo di profonda verità c'è: non aspettiamo la "fortuna" ma possiamo essere noi artefici di un "Buon Anno" puntando a ciò in cui crediamo e costruendolo insieme agli altri! Buon 2011 !! Sandro

Marica ha detto...

Caro Giuseppe,
concordo pienamente. Anche a te e a Patrizia i piu' cari auguri di Buon Anno!

Pompeo S. ha detto...

Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione.

BUON ANNO PER TUTTO L'ANNO

Anonimo ha detto...

Ciao Giuseppe,
auguri anche a te e a tutti i lettori di questo blog.
Come bene hai scritto, si rinnova il mondo se rinnoviamo primariamente noi stessi.
Ma più invecchio e più mi convinco che non possiamo rinnovarci da soli, ma insieme agli altri e soprattutto guardando all'Altro, che solo può "fare nuove tutte le cose".
Sereno 2011

Nando