Pagine

lunedì 11 febbraio 2013

Una nuova classe dirigente

Ormai la canzoncina è sempre la stessa. Le prossime elezioni saranno inutili e l'Italia ingovernabile. Saranno necessarie a breve nuove elezioni.
E intanto la ripresa si allontanerà e la disoccupazione aumenterà.
Italiani sveglia, usate la testa, non votate i vecchi partiti, non votate che vi propina velleitarie soluzioni rivoluzianarie o liberiste, date retta a chi vi dice che solo un serio e incisivo riformismo può rilanciare il nuovo Paese.
Ci vuole una nuova classe dirigente, con più giovani (di età e/o di idee) e più donne (concrete e tenaci).
Ricominciamo a sperare, ricominciamo a sognare.

Nessun commento: